HOME CONSIGLIERA DISCRIMINAZIONI RAPPORTI BIENNALI LINK UTILI CONTATTI

LA PARITA' E' UN VALORE E UN DIRITTO

 
La Consigliera Regionale - Chi è la consigliera di parità

Chi è la Consigliera di Parità?

molendini

Dott.ssa Serenella Molendini - Consigliera di Parità della Regione Puglia

 

 

 

 

molendini

Teresa Zaccaria - Supplente

 

 

 

La normativa di riferimento in merito a compiti, funzioni, organizzazione del lavoro è il D. lgs.11 aprile 2006, n.198 - "Codice di pari Opportunità tra uomo e donna" - capo IV "Consigliere e Consiglieri di parità" (art. 13-21), integrato con il D. lgs 25 gennaio 2010 , n. 5 Attuazione della direttiva 2006/54/CE relativa al principio delle pari opportunità e della parità di trattamento fra uomini e donne in materia di occupazione e impiego (rifusione) e con la Convenzione stipulata (22.11.2001) tra il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministro delle Pari Opportunità, le Regioni, le Province e i Comuni.

La Consigliera di Parità regionale è nominata, con decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro per le Pari Opportunità, su designazione della Regione, sentite la commissione regionale Politiche del Lavoro di cui agli articoli 4 e 6 del decreto legislativo 23 dicembre 1997, n. 469.

La Consigliera di parità deve possedere requisiti di specifica competenza ed esperienza pluriennale in materia di: lavoro femminile, parità, pari opportunità e mercato del lavoro.

Tale figura istituzionale rappresenta il "presidio" del mercato del lavoro dal punto di vista delle pari opportunità e in quanto tale si relaziona con gli altri soggetti chiave del territorio.

Per ogni consigliera o consigliere si provvede altresì alla nomina di un supplente che agisce su mandato della consigliera o del consigliere effettivo ed in sostituzione della medesima o del medesimo.

In Regione Puglia la Consigliera di Parità effettiva è la dott.ssa Serenella Molendini ( Decreto 30.01.08 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 14.02.2008), la Consigliera di Parità supplente è Teresa Zaccaria ( Decreto 29.10.2003 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 22.11.03).

decreto legislativo n.198/2006 e successiva integrazione dlgs.n°5/2010 ( allegato pdf, 130 kb )

 

Contatti:

Ufficio Consigliera di Parità Regione Puglia

Via Gobetti, 26

70125 BARI

Tel.: 080-5406451

Fax: 080-5406420

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
La Consigliera Regionale - Cosa fa la consigliera di parità

Cosa fa la Consigliera di Parità?

La Consigliera di Parità, è una figura strategica ai fini dell'attuazione degli obiettivi di parità in virtù del suo radicamento territoriale che la rende idonea a rilevare, nei diversi contesti locali, le situazioni di squilibrio di genere nell'accesso al lavoro, nella formazione e nelle condizioni di lavoro.

 

Compiti e funzioni ( Dlgs 198/2006 e integrazione del Dlgs 5/2010)

 La consigliera di Parità intraprende ogni utile iniziativa ai fini del rispetto del principio di non discriminazione e della promozione di pari opportunità per lavoratori e lavoratrici, svolgendo in particolare i seguenti compiti:

a) rilevazione delle situazioni di squilibrio di genere, al fine di svolgere le funzioni promozionali e di garanzia contro le discriminazioni nell'accesso al lavoro, nella promozione e nella formazione professionale, ivi compresa la progressione professionale e di carriera, nelle condizioni di lavoro compresa la retribuzione, nonché in relazione alle forme pensionistiche complementari collettive di cui al decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252;

b) promozione di progetti di azioni positive, anche attraverso l'individuazione delle risorse comunitarie, nazionali e locali finalizzate allo scopo;

c) promozione della coerenza della programmazione delle politiche di sviluppo territoriale rispetto agli indirizzi comunitari, nazionali e regionali in materia di pari opportunità;

d) sostegno delle politiche attive del lavoro, comprese quelle formative, sotto il profilo della promozione e della realizzazione di pari opportunità;

e) promozione dell'attuazione delle politiche di pari opportunità da parte dei soggetti pubblici e privati che operano nel mercato del lavoro;

f) collaborazione con le direzioni regionali e provinciali del lavoro al fine di individuare procedure efficaci di rilevazione delle violazioni alla normativa in materia di parità, pari opportunità e garanzia contro le discriminazioni, anche mediante la progettazione di appositi pacchetti formativi;

g) diffusione della conoscenza e dello scambio di buone prassi e attività di informazione e formazione culturale sui problemi delle pari opportunità e sulle varie forme di discriminazioni;

h) verifica dei risultati della realizzazione dei progetti di azioni positive previsti dagli articoli da 42 a 46;

i) collegamento e collaborazione con gli assessorati al lavoro degli enti locali e con organismi di parità degli enti locali.

 

La Consigliera di parità è un "pubblico ufficiale" ed ha l'obbligo di comunicare all'autorità giudiziaria le violazioni di cui viene a conoscenza.

 

La Consigliera di parità svolge una funzione di vigilanza che si esplicita:

nella facoltà di ricorrere ad azioni in giudizio su delega della persona che ha interesse ad avviare il procedimento;

nel controllo dell'attuazione del principio di non discriminazione, in particolare attraverso l'acquisizione di informazioni sullo stato della assunzioni, delle retribuzioni e più in generale delle condizioni di lavoro al fine di rilevare situazioni di squilibrio di genere.

 

Chi può rivolgersi alla consigliera di parità:

• Donne e uomini i quali pensano di essere trattati in modo discriminante;

• Organizzazioni sindacali; • Imprese;

• Enti pubblici.

 

La Consigliera di parità è una risorsa per:

DONNE;

• Individuazione delle situazioni lavorative discriminanti;

• Promozione di azioni in giudizio in difesa della lavoratrice;

• Informazione sulle azioni positive volte a garantire pari opportunità nell’accesso al lavoro, nella formazione, nella carriera;

• Conoscenza degli strumenti che favoriscono la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro;

IMPRESE;

• Finanziamenti previsti dalla Legge 125/91 e D.Lgs. 198/06 per presentare progetti di azioni positive per le donne;

• Incentivi economici e contributi previsti dall’art. 9 della Legge 53/00 volti a promuovere forme di flessibilità finalizzate a conciliare tempi di vita e di lavoro;

• Costituzione di organismi di parità;

• Consulenze in materia di Pari Opportunità;

ENTI PUBBLICI;

• Realizzazione dei piani triennali di azioni positive ai sensi del D.Lgs 196/00;

• Informazione sui CUG ( Comitati Unici di Garanzia); Promozione della coerenza della programmazione delle politiche di sviluppo territoriale rispetto agli indirizzi comunitari, nazionali e regionali in materia di pari opportunità;

SINDACATI;

• Condivisione di progetti relativi agli scopi previsti dalle normative in tema di pari opportunità;

• Concertazione di azioni positive previste dalla 125/91 e dal D.Lgs. 196/00;

• Contrattazione di II livello

• Rilevazione delle situazioni di squilibrio di genere.

 
La Consigliera Regionale - Con chi collabora la consigliera di parità

Con chi collabora

La Consigliera regionale di Parità è componente di diritto della commissione regionale tripartita previste dagli articoli 4 e 6 del citato decreto legislativo n. 469 del 1997; partecipa altresì ai tavoli di partenariato locale ed ai comitati di sorveglianza ( FSE e FESR ) di cui al regolamento (CE) n. 1260/99,del Consiglio del 21 giugno 1999. La consigliera regionale è inoltre componente della Commissione di parità Regionale.

 

La Consigliera di parità fa parte della RETE NAZIONALE DELLE CONSIGLIERE di PARITA’.

 

La Consigliera di parità fa, inoltre, parte dei seguenti Tavoli/Organismi regionali:

 

• Commissione Regionale Sicurezza sul Lavoro - presso Servizio Politiche del Lavoro;

• Comitato ORES ( Organismo Regionale Emersione Sommerso);

• Tavolo di partenariato per le Politiche di Genere - presso il Servizio Benessere e Pari Opportunità;

• Tavolo Tecnico Consigliera Regionale – Direzione Regionale del Lavoro;

• Comitato Pari Opportunità Corte d’Appello di Bari;

• Comitato Pari Opportunità Corte d’Appello di Lecce.

 

La Consigliera di parità ha istituito presso il suo Ufficio due importanti organismi:

 

• L'Osservatorio sull'Occupazione femminile e sulle condizioni di lavoro delle donne;

• La Rete dei Comitati di Parità.

 

Tali organismi sono un utile strumento per elaborare progetti ed iniziative comuni e per diffondere azioni positive e buone prassi che ciascun Ente ha sperimentato con successo. Presso l’Ufficio della Consigliera di Parità, si può ricevere gratuitamente collaborazione, sostegno, suggerimenti utili, indicazioni specifiche, consulenza ed assistenza.

 
Le Consigliere Provinciali

Le consigliere Provinciali

• Bari

   Stella Sanseverino (effettiva)

    Lucia Grieco  (supplente)


Ufficio Consigliere di Parità Provincia di Bari

Via Spalato, 19 - 70010 Bari

Tel. 080/5412532

Fax 080/5412214

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

•  BAT

    Stefania Campanile (effettiva)

    Vittoria Rutigliano (supplente)

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


•  Brindisi

    Gioconda Nani (supplente)

 

Palazzo della Provincia - Ufficio Consigliera di Parità

Piazza Santa Teresa - 72100 Brindisi

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

•  Lecce

    Alessia Ferreri

 

Provincia di Lecce - Palazzo Adorno

Via Umberto I - 73100 Lecce

Tel. 0832/683212

Fax 0832/683453

referente: Anna Maria Contino

Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

http://www.consiglieraparitalecce.it/

 

• Foggia

   Antonietta Colasanto (effettiva) 

   Marsia Cusenzia (supplente)

 

Provincia di Foggia

via Telesforo, 25 - 71122 Foggia

Tel 0881/791500

Email:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

http://www.consiglieradiparita.provincia.foggia.it/

 

 

• Taranto

Barbara Gambillara (effettiva)

Giuseppina Di Cesare (supplente)

 

Provincia di Taranto - Ufficio Consigliera di Parità

Via Anfiteatro, 4 -74100 Taranto

Tel.: 099-4587360

Fax: 099-4587333

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.    - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

http://www.provincia.taranto.it/organi_istituzionali/consigliere_parita.php